Collezione autunno-inverno 2017/2018 Stella McCartney

Collezione autunno-inverno 2017/2018 Stella McCartney

Quella che veste Stella McCartney è una donna che non segue le regole. Al massimo le studia e le fa sue, interpretandole e personalizzandole affinché possano adattarsi a quello che è il suo stile. Lo dimostra il fatto che l’ultima collezione della stilista britannica sia un vero e proprio concentrato di capi e materiali diametralmente opposti che pur tuttavia, fondendosi l’un l’altro, danno vita a look moderni e al passo coi tempi. Un caos geniale, se vogliamo, quello che c’è nella mente di Stella, frutto del perenne tentativo della designer di vestire ogni genere di clientela senza mai scontentare nessuno. E così, se i suoi colleghi si attengono ad un solo leit motiv, lei sviluppa più temi contemporaneamente dando vita a collezioni sempre intriganti e maestose. Quella per l’autunno-inverno 2017/2018, vede mescolarsi tessuti e materiali che solo apparentemente sembrerebbero non avere niente a che fare l’uno con l’altro: denim e georgette convivono pacificamente, così come tulle e velluto, lana e pizzo, chiffon e maglia, nylon ed eco-suede. Ma la vera sorpresa di questa meravigliosa collezione, presentata nello scorso mese di marzo nell’ambito della Settimana della moda parigina, è quella che la designer ha ribattezzato "pelle non pelle". Un tessuto eco-friendly che di primo acchito non ha nulla da invidiare alla pelle vera, che quest’anno è tornata ad essere protagonista di tantissime collezioni di haute couture. Una novità interessante quella che ha voluto introdurre Stella McCartney, famosa proprio per la sua "fede" vegana e per l’amore incondizionato che nutre nei confronti di ogni genere d’animale. 

La tradizione incontra la modernità

Entrando più nello specifico, la collezione autunno-inverno 2017/2018 è un inno alla sartorialità d’altri tempi. Non è un caso, infatti, che alcuni dei capi proposti dalla stilista siano stati declinati in una stampa a dir poco insolita: su un abito e su un completo da donna fanno bella mostra di sé gli splendidi disegni del pittore George Stubbs. Si tratta di capolavori che risalgono al diciottesimo secolo, un’epoca cui Stella McCartney ha spesso reso omaggio per mezzo dei suoi abiti ed accessori. È un tributo al passato anche il fatto che abbia voluto arricchire alcuni capi con cristalli luminosi, proprio come si faceva negli anni Venti per rendere più preziosi ed abbaglianti gli abiti che le donne sfoggiavano nelle sale da ballo. Ad essere moderni sono per lo più i colori: la palette cromatica per cui ha optato la figlia dell’intramontabile Paul McCartney si compone di nuances come il verde, il grigio, l’azzurro, il cammello e, seppur sporadicamente, il nero. Delle tinte sobrie e per nulla chiassose, perfettamente in tema con lo spirito effortless che ha fatto la fortuna di questa celebre stilista. 

Volumi oversize e stile manlike in primo piano

Bisogna fare un secondo viaggio a ritroso nel tempo, poi, per comprendere bene il significato dei volumi e delle forme dei capi per l’autunno-inverno 2017/2018 di Stella. Di primo acchito gli abiti che portano la sua firma potrebbero sembrare poco portabili e fuori luogo, ma la verità è che l’oversize è oggi di gran tendenza perché lo stile manlike è ormai quello che va per la maggiore. In questa collezione, in ogni caso, non mancano le proposte declinate in versione mini, prime fra tutte i giacchini in pelle che la stilista ha pensato per le fashion victim più giovani. Per il resto, la linea per la stagione appena iniziata si compone di abiti fluidi e lunghi sino a metà polpaccio, tailleur di vario taglio e stile, camicie strette a mo’ di bustier e pantaloni ampi, anzi, ampissimi. Il tutto da accostare agli accessori della stessa gamma, che nella maggior parte dei casi richiamano i dettagli di quelli che sono considerati i capi clou della collezione: le borse hanno la tracolla o la catena, mentre le scarpe sono basse e a punta quadrata, dal sapore innegabilmente retrò.

STELLA MCCARTNEY